mercoledì 27 febbraio 2013

Chi abbiamo votato a Paderno Dugnano


La (de)cadenza  di PDL e Lega Nord a Paderno Dugnano


Se i dati delle elezioni a livello nazionale hanno giustamente creato scalpore, non da meno a Paderno Dugnano si registra un vero terremoto elettorale.

L’Amministrazione comunale, che ormai possiamo chiamare uscente, esce con le ossa rotte, risultando non più rappresentativa dei cittadini padernesi.

Il trend a Paderno Dugnano vede un crollo dei consensi sia del  PDL, sia della LEGA NORD:


CAMERA 2008
COMUNALI 2009
REGIONALI 2010
CAMERA 2013
PDL
11.076
36,27%
8.499
32,80%
7.289
34,66%
5.758
19,99%
LEGA
4.577
14,99%
3.275
12,64%
3.524
16,76%
2.382
8,27%
totali
15.653
51,26%
11.774
45,44%
10.813
51,42%
8.140
28,26%

Le cose non sono andate certo meglio nel quartiere di Calderara, che riteniamo fortemente rappresentativo dell’operato della Giunta Alparone – Bogani, per l’attacco all’edilizia sociale operato con i più che raddoppiati importi richiesti per la trasformazione, e per la questione del “Polo Scolastico Immobiliare”.

In particolare, tra il 2011 e il 2012 sono state inviate a cittadini di Calderara 372 inique e discriminatorie proposte di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà su 586 proposte complessive inviate nello stesso periodo.

Vediamo come questa non piacevole attenzione da parte di questa Amministrazione è stata recepita dai cittadini di Calderara:


CAMERA 2008
COMUNALI 2009
REGIONALI 2010
CAMERA 2013
PDL
1.464
37,31%
1.018
28,15%
998
34,30%
758
19,00%
LEGA
490
12,49%
385
10,65%
456
15,67%
301
7,55%
totali
1.954
49,80%
1.403
38,80%
1.454
49,97%
1.059
26,55%

I già bassi consensi ottenuti a livello cittadino scendono ulteriormente in questo quartiere, relegando PDL  e LEGA NORD ad un ruolo di minoranza di cui si dovrebbe prendere atto.

Precisiamo che i dati delle elezioni comunali del 2009 sono influenzati dalla presenza di liste civiche che in quella consultazione hanno ottenute un ottimo riscontro elettorale. La Lista Civica DI MAIO siede ancora in maggioranza e il Polo Civico con il 609 voti e il 16,84% dei consensi è risultata la terza forza di Calderara.
Appare quindi ancora più significativo il calo di voti che si registra nell’ultima tornata elettorale.

Per la cronaca registriamo che oggi il primo partito di Paderno Dugnano Dugnano è il PARTITO DEMOCRATICO che ha ottenuto (dati Camera) 8.229 voti per una percentuale del 28,56% (a Calderara 1.168 voti per una percentuale del 29,28%).

Il PDL non si conferma nemmeno come seconda forza, superato dal MOVIMENTO 5 STELLE di BEPPE GRILLO che ha ottenuto (dati Camera)  6.593 voti per una percentuale del 22,88% (a Calderara 1.034 voti per una percentuale del 25,92%).



FIRMIAMO LA PETIZIONE E FERMIAMO IL POLO SCOLASTICO IMMOBILIARE


A presto
Comitato CARA TERRA MIA
Condomini 167 Trasformazione del Diritto di Superficie



sabato 23 febbraio 2013

Egregio Sindaco di Settimo Milanese



Il comune di SETTIMO MILANESE  funziona molto meglio di quello 
di Paderno Dugnano
a distanza di un giorno ha risposto alla nostra mail


Buongiorno

mi scuso per l'utilizzo non autorizzato dell'immagine che contraddistingue il vostro logo.
Ringrazio per la segnalazione: l'immagine è stata immediatamente rimossa

Cordialmente


Alessandra Lorio

Servizio Comunicazione
Comune di Settimo Milanese



- Mail inviata al Sindaco di Settimo Milanese - Domenca - 24 Febbraio alle ore  23.19
- Mail ricevuta da Cara Terra Mia - Lunedi -  25 Febbraio alle ore 12:42


Da noi a Paderno Dugnano manco ti rispondono, hanno la posta elettronica intasata e non sappiamo neanche se la vanno a vedere, provate a scrivere agli indirizzi pubblicati sul sito del comune. 
Mafalda ne sa qualcosa, è stata 25 giorni davanti al computer giorno e notte ad aspettare una loro risposta.

________________

Da un suggerimento di Carlo Arcari e che il Comitato Cara Terra Mia ha condiviso.

________________________________________________________
Alla cortese attenzione del
Sindaco di Settimo Milanese.
Dott. Massimo Sacchi


Buongiorno a Lei , abbiamo notato con piacere che al vostro indirizzo

è presente il Logo del COMITATO CARA TERRA MIA di Paderno Dugnano che rappresenta il nostro impegno in merito alla Trasformazione del Diritto di Superficie in Diritto di Proprietà le qui ragioni sono rappresentate sul blog 


Le chiediamo cortesemente  di affiancare al logo il messaggio che lo rappresenta:

Equità, giustizia, ossequio delle norme e rispetto del principio costituzionale  di parità di trattamento dei cittadini.

Con l'occasione porgiamo i nostri più cordiali saluti
COMITATO CARA TERRA MIA - Condomini 167 - Paderno Dugnano
------------------------------------------------------------------------------------------------------------




Preso   “A PRESTITO”   Il logo del 
COMITATO CARA TERRA MIA


Invitiamo a prendere visione della pagina:

La copia

La prima cosa che balza agli occhi è il logo scelto dall’Amministrazione comunale di Settimo Milanese per caratterizzare il procedimento di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà.

Quella che ad un primo rapido sguardo sembra un qualcosa di già visto, una strana somiglianza, ad un’occhiata più attenta, ma neanche poi tanto, appare evidente che è stato utilizzato da questa  pubblica amministrazione il logo del Comitato Cara Terra Mia di Paderno Dugnano, che dal novembre 2011 si batte per un equo e corretto procedimento di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, uguale e giusto per tutti i cittadini padernesi, senza figli e figliastri, senza cittadini di serie A e cittadini di serie B.



L’immagine originale elaborata dal comitato, ritrae uno stabile di edilizia economico popolare costruito ai sensi della legge 167 del 1962,  a Paderno Dugnano, sorretto da una mano salda, come salda è la determinazione dei condomini padernesi.
La scelta dell’immagine di tale edificio, tra i tanti condomini di edilizia convenzionata presenti sul territorio padernese, nasce dalle inique proposte che la Giunta del Sindaco Marco Alparone (PDL) e del Vicesindaco Gianluca Bogani (LEGA NORD) ha inviato ai condomini delle seguenti cooperative:
-       TONOLLI di Via Baracca n. 1;
-       CONSORZIO MANTOVANO VIRGILIO di Via Messico n. 3 e Via Brasile n. 3-5;
-       VERBENA di Via Chopin n. 14 e Via Vivaldi;
-       C.I.C. di Via Novella n. 2;
-       C.I.C. di Via Novella n. 4;
-       EDINCO di Via Chopin n. 18.
Si può dire che inconsapevolmente i nostri amministratori hanno scelto anche quale veste grafica si dovesse rappresentare il Comitato.
L’idea è stata quindi di rappresentare sul logo del comitato uno dei condomini che hanno dato vita allo stesso, scelto dall’Amministrazione comunale padernese, senza considerare la data di convenzione, per l’operazione di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà nell‘anno 2011.


L’originale che vanta tentativi di imitazione



Il logo, immagine grafica del comitato, ha assunto nel tempo un valore simbolico.


A presto
Comitato Cara Terra Mia - Condomini 167

venerdì 22 febbraio 2013

domenica 17 febbraio 2013

La mafia in Lombardia non c'è




Una grande occasione per i cittadini di Paderno Dugnano, al Centro Borsellino e Falcone, abbiamo avuto la visita dell'ex procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, oggi candidato nelle liste del PD in Lazio accompagnato da Nando Dalla Chiesa. Se fino a ieri qualcuno di noi aveva ancora dei dubbi sulla presenza della mafia nei nostri paesi, da questo incontro è emersa la certezza di un forte radicamento.






L’aspetto più preoccupante e irresponsabile evidenziato anche da Nando Dalla Chiesa, è l’omertà di alcuni partiti e delle loro dichiarazioni “da noi la mafia non esiste, gli appalti sono regolari, da noi non vi è un legame tra politica e mafia”.







Senz'altro quanto prima dovremo occuparci di più di questo fenomeno, ognuno di noi    
dovrà prendere coscienza e decidersi di partecipare, diventare soggetti attivi, prima che sia troppo tardi. 
Pensate anche ai forti interessi che la mafia ha nel settore dell'edilizia anche privata.


La trasparenza nei rapporti con i cittadini e nelle opere pubbliche con riferimento agli  appalti e sub appalti  deve permettere di identificare e di tracciare l'origine delle transazioni effettuate e le relative destinazioni ha specificato Pietro Grasso.

Diffidiamo di chi tende a mitigare il problema, sono comportamenti irresponsabili e pericolosi.

La giunta di  Paderno Dugnano era totalmente assente.




Un nostro piccolo contributo lo possiamo fornire segnalando alcuni libri che necessitano di essere letti e che ci aiutano a comprendere i meccanismi e le strategie con cui la mafia opera e si  radica nei nostri  paesi.







- PRODOTTO INTERNO MAFIA - Pietro Grasso - Editrice EINAUDI
- CONTRO LA MAFIA - Nando Dalla Chiesa - Editrice EINAUDI

- BUCCINASCO, LA 'NDRANGHETA AL NORD 
  Nando Dalla Chiesa, Martina Panzarosa 
  Editrice EINAUDI



Un ulteriore contributo con dei video sull'incontro.

LA MAFIA IN LOMBARDIA


LE BANDE CRIMINALI CONTROLLATE DALLA MAFIA


LE OMERTA' DEI PARTITI



GLI APPALTI CONCESSI


LE DONNE MERCE DI SCAMBIO



Perchè quel sorriso viva per sempre.



A presto CARA TERRA MIA





sabato 16 febbraio 2013

TARSU - Help da un condomino di Paderno Dugnano

Ennesima disparità di trattamento ?


Pubblichiamo  un chiarimento richiesto da un cittadino che  chiede consigli in merito di un avviso di pagamento con riferimento alla TARSU.




Volevo approfittarne per chiedere un Vostro parere riguardo ad una vicenda che mi riguarda.
Lo scorso ottobre ho ricevuto una raccomandata dall’ufficio tributi del comune di Paderno Dugnano con oggetto:

“Avviso di versamento TARSU anni dal 2007 al 2012 per adeguamento della superficie tassabile delle cantine, soffitte e solai in base all’art.10 del regolamento per l’applicazione della tassa smaltimento rifiuti.”

In pratica mi veniva chiesto di versare ben 535 euro, in unica soluzione o in quattro rate, per l’adeguamento sopra descritto.
Il mio stupore deriva dal fatto che la delibera pare sia stata fatta nel marzo 2007, con effetto retroattivo a gennaio 2007, e che solo ora il comune abbia deciso di richiedere le somme dovute per i passati 6 anni.

Ho chiesto il parere dei mie vicini , ma ho scoperto di essere l’unico ad aver ricevuto questa comunicazione.
Sono allora andato all’ufficio tributi a chiedere spiegazioni.
Mi hanno risposto che il ritardo nella richiesta delle somme dovute è stato causato dal fatto che “... sa, è occorso tempo per fare tutti i calcoli sulle superfici per le quali chiedere l’adeguamento, e con tutte le altre incombenze, IMU etc., ...”.
Ben 6 anni di tempo, e adesso voglio tutti i soldi nel giro di pochi mesi.
E per il fatto di essere l’unico nel mio condominio ad aver ricevuto l’avviso?

Risposta dell’ufficio tributi: “ ohh, arriveranno anche agli altri...”
Intanto, che mi risulti, continuo ad essere il solo e la scadenza della prima rata era a novembre scorso.
 Non ho pagato, perché non ci vedo chiaro, ma la seconda rata scade domani ed io non sono riuscito a sapere niente di più.

Un Vostro consiglio, parere, anche solo per sapere di non essere in qualche modo vittima di un sopruso, mi sarebbe di conforto.

Risponde Silvia:

ho parlato con un consulente in materia fiscale e mi ha spiegato che purtroppo l’amministrazione comunale può agire come ha fatto. Il denaro è esigibile entro 5 anni, con questa logica:
gennaio 2007 – gennaio 2012 = 5 anni
L’anno di scadenza è quindi il 2012, ma come anno solare, quindi il Comune ha tempo fino al 31 dicembre 2012 per richiedere le somme di tutto il 2007.

Pertanto, sempre per logica, se gli altri condomini dello stesso stabile non hanno ricevuto nulla, ovvero il Comune non ha richiesto loro alcun pagamento entro il 2012:
1) non dovranno pagare nulla per il 2007, nel caso in cui l’adeguamento venga inviato nel 2013
2) forse non sono soggetti ad alcun adeguamento
3) l’operato di questa giunta  forse sta creando l’ennesima disparità di trattamento, come già accaduto in altri frangenti, che noi conosciamo bene.

Girate questa comunicazione al condomino in subbuglio. Purtroppo il dialogo con le amministrazioni a tutti i livelli (comunali, provinciali, regionali e nazionali) è inesistente. Non dimenticatevene quando sarete alle urne.


A questo punto ci sorge un dubbio, che sia solo il cittadino che ci ha  scritto a pagare nel suo condomino l'adeguamento sul 2007 ? e per gli altri se arriveranno le richieste nel 2013 nulla sarà dovuto, quindi.........

Ringraziamo Silvia per il contributo fornito.

A presto e se possibile con ulteriori approfondimenti.
Riportare i vostri commenti sul blog o scrivete a caraterramia@gmail.com

Comitato Cara Terra Mia.

lunedì 11 febbraio 2013

Continuano le assemblee nei quartieri

Venerdì 15 Febbraio 2013




Mercoledì 13 Febbraio 2013



Martedì 12 Febbraio 2013
Dopo giovedì scorso a Calderara, la Rete EcoCivici di Paderno Dugnano invita la cittadinanza ad un secondo incontro per parlare di PGT.

L'appuntamento è per martedì' 12 febbraio alle ore 21.00 presso la sede di Quartiere di Cassina Amata, via Corridori 12.



A Presto Cara Terra Mia